Studio Felisatti di Felisatti Elena & C. S.a.s. - Partita IVA 01317230090

Iscrizione RUI numero: A000055557 del 12/03/2007, l'intermediario è soggetto al controllo dell'IVASS

 

 

October 27, 2017

June 19, 2017

Please reload

Post recenti

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post in evidenza

Calamità naturali? Ci pensiamo noi!

November 9, 2017

 

Una persona vede il suo esercizio commerciale o la sua casa allagata a causa di un'alluvione  (note da diversi anni in Liguria). Come potrà richiedere un risarcimento danni?

 

Prassi da seguire

Premessa: il rimborso sarà parziale, quindi equivalente solo ad una parte del danno subito.

La prima cosa da fare è sicuramente non farsi prendere dal panico o dalla rabbia. Questi tipi di emozioni portano la persona a non ragionare in maniera chiara e corretta.

 

  • Bisogna fotografare, con una macchina fotografica o un cellulare che abbiano la possibilità di impostare la data e l'ora di qualsiasi scatto, qualsiasi elemento/edificio che è stato danneggiato dalla catastrofe naturale designata.                                                              Questa parte è molto importante, per questo si consiglia di salvare le foto su un PC (per averle sempre a portata di mano in caso di perdita);

  • Stampare le foto fatte in precedenza;

  • La compilazione del modulo preposto dal comune di residenza. Esso è solitamente diviso in 3 modelli, che variano in base a quali beni viene arrecato il danno, che sono: beni privati, comparto agricoltura, attività economiche diverse dall’agricoltura.                           All'interno del modulo ci saranno da mettere:

  1. le vostre generalità (allegare fotocopia carta d'identità);

  2. la partita IVA (in caso di un esercizio commerciale);

  3. l'elenco degli oggetti e macchinari che sono stati danneggiati (da allegare le foto);

  4. l'ammontare del danno subito;

  5. spese per eventuali perizie (allegare fattura);

  6. Giorni di interruzione dell'attività (in caso di un esercizio commerciale).

       Il tempo di consegna è stabilito dal comune, solitamente è di 30 giorni a partire                            dall'accaduto.

       La consegna può avvenire in molteplici modi e variano sempre dal tipo di modulo                        compilato:

  1. A mano;

  2. A mezzo raccomandata;

  3. Tramite posta elettronica certificata all’indirizzo PEC del Comune per i privati, mentre per gli esercizi commerciali deve essere inviata anche all’indirizzo PEC della Camera di Commercio.

  • In caso di assenza del modello da compilare, bisogna inviare le stesse specifiche scritte "sopra" all'Ufficio Tecnico del Municipio della località di residenza. Nella sezione oggetto, va scritto: "richiesta di risarcimento per danni causati da calamità naturale."

Tempi di attesa

Variano dai 3 ai 12 mesi, siccome bisogna verificare la veridicità delle informazioni ottenute e la causa principale che ha portato a questo "disastro" (es. Mancata pulizia, da parte del comune, delle fogne che ha fatto ciò che i tombini straripassero).

 

Ma come poter avere una protezione in più?

Per i commercianti c'è Helvetia Esercizio Commerciale All Risk: Una polizza modulare che ti protegge da qualsiasi rischio. Comprende le coperture allagamento, fenomeno elettrico ed elettronico, eventi sociopolitici, terrorismo, crollo e collasso strutturale, eventi atmosferici, sovraccarico neve e danni da acqua.

Mentre per i privati esiste Helvetia Domus, un'assicurazione che protegge l'abitazione dai danni da incendio, furto e altri rischi, offrendomi la necessaria assistenza in situazioni critiche.

 

 

 

 

 

       

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Archivio
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • LinkedIn Social Icon